venerdì 12 luglio 2013

Oropa

Siete mai stati ad Oropa? 
Siamo in provincia di Biella: Oropa è un santuario grandissimo, immerso nelle montagne, dove il tempo sembra si sia fermato. Ma c'è anche altro: da qui infatti partono numerosi sentieri per passeggiate più o meno impegnative, che arrivano fino a laghi alpini o punti panoramici. 

Il Santuario, oltre alla Chiesa stessa, offre ai visitatori anche altro: una chiesetta antichissima ancora visitabile, alimentari con prodotti tipici locali, un'erboristeria di produzione propria (fa delle caramelle al miele e propoli buonissime!!), un bar che sembra rimasto ai primi del '900! Il Santuario infatti presenta un porticato in cui è possibile sostare bevendo una calda tazza di tè e nel frattempo ammirare il paesaggio. 
Il Santuario offre anche la possibilità di dormire, grazie alla presenza di un residence al suo interno.
Inoltre, vi è anche un negozio di noleggio di bici elettriche così che anche fare escursioni sarà sicuramente più semplice!





Una nota simpatica: vi è una fontana in cui è possibile bere usando dei "mestoli"! 















Proprio alle spalle del Santuario c'è la funivia che, con 11 € a testa a/r, porta in quota, dove si trovano altri rifugi e dove è possibile camminare. (gli ambienti della funivia, come il bar e le sale di aspetto sia della stazione a valle che in quota sono in fase di ammodernamento: e il risultato è davvero carino!) Nota importante: i cani salgono tranquillamente, senza pagare biglietto e senza museruola! 
Ma prima di raccontarvi di cosa fare o vedere in quota vi segnalo la presenza dell'Orto Botanico del wwf, proprio accanto la partenza della funivia: è un percorso immerso nel bosco in cui è possibile osservare e conoscere specie di flora che altrimenti si ignorerebbe. E' un percorso davvero ben curato, ogni pianta ha il suo cartellino bianco che illustra il nome e la tipologia; e poi, si dirama proprio accanto al torrente che accompagna la visita con il suo scrosciare! 

Ma ora torniamo alla funivia! Arrivati in quota avete diverse possibilità: infilarvi nel Rifugio Savoia (1900 mt) o nel Rifugio Rosazza  (1850 mt, è una decina di metri più giù rispetto l'arrivo della funivia) oppure incamminarvi per esplorare i monti e il paesaggio!
Appena usciti dalla funivia troverete un cartellone con l'indicazione dei sentieri, utile per capire dove siamo!

In alcuni momenti dell'anno, come ad esempio come è capitato a noi a Pasqua, funziona anche la mitica cestovia! Si, è letteralmente una cesta di ferro che vi porta ancora più in alto! Se è in funzione, prendetela! è un'esperienza davvero originale! (ho portato su anche il mio cane!)







La cestovia vi porta più in alto, fino ad arrivare alla cima del Monte Camino: qui, a 2391 mt, troverete un altro rifugio, Capanna Renata ma soprattutto il panorama si aprirà ai vostri occhi! Se andrete con la neve (come abbiamo fatto noi a Pasqua), vi sarà impossibile riconoscere i laghetti alpini, ma tornando adesso con la bella stagione sarà tutta un'altra cosa! 






Se la cestovia non è in funzione, il rifugio è ugualmente raggiungibile a piedi...camminando in salita certo, ma le salite sono fatte per essere percorse e superate! 
Una nota carina:  di inverno, è tutta una pista da sci: dall'arrivo della cestovia fino alla partenza dell funivia a valle! La pista è strettina però...e chi vuole può fare del fuori pista!
Dunque arrivati in cima vi consiglio di sedervi proprio sulla cresta ed osservare il panorama fantastico: osserverete le Alpi che si susseguono con le loro cime! 

Se invece volete fare una passeggiate più soft, usciti dalla funivia seguite per il rifugio Savoia e proseguite per il sentiero tracciato (è l'unico, non vi sbagliate!)...nel giro di 10 minuti arriverete al Lago del Mucrone, un laghetto alpino pieno di pesci, dai colori azzurro/verdognoli che variano in base alla luce del cielo. Io l'ho visitato sia con la neve (era indistinguibile) sia ora con la bella stagione. L'acqua è freddina ma il vostro cane adorerà comunque tuffarsi per fare un bagnetto! La mia si è divertita un mondo cercando di prendere i pesciolini!
Potete fare un giro attorno al lago oppure salire a destra del lago seguendo un sentiero tracciato: è leggermente in salita e in poco tempo vi porterà più in alto così da poter osservare il lago nella sua interezza. Il sentiero prosegue fino ad un bivio: qui potete scegliere se prendere il sentiero D24 che vi porta in cima al Monte Mucrone oppure il sentiero C11 che vi porta al Rifugio Coda - Punta Sella. 
Alla sinistra del lago invece parte un altro sentierino che in 5 minuti vi porta ad un altro punto belvedere, in cui tra l'altro vi è anche una croce e un altare per le celebrazioni.

Chiaramente, dalla funivia a valle all'arrivo in quota (e viceversa) c'è un sentiero che nel giro di un paio di ore circa, vi porta in alto: è lunghetto e impegnativo...è il sentiero numero D13 che parte proprio accanto all'orto botanico! 
In alternativa, si può percorrere quella che di inverno è la pista da sci!

La particolarità di questi monti è che sono davvero poco turistici e poco affollati: la montagna è ancora (e per fortuna) autentica e grezza, si respira realmente l'aria tipica e rustica di questi posti, a volte sembra quasi di essere indietro nel tempo!

alcuni link utili!
Giardino botanico
Funivie oropa
Santuario di Oropa
Rifugio Rosazza

1 commento:

ciao!! grazie per la visita! Se ti va, lascia un commento qui! ;-)

Related Posts with Thumbnails